Crea sito
6 In Review prodotti/ viso/skincare

Protocollo schiarente di Zoé

Finalmente, dopo mesi di utilizzo, sono pronta a parlarvi di YOUR PARTNER IN BRIGHT, il protocollo schiarente di Zoé cosmetics.
Chi mi segue su Instagram e Facebook saprà già che recentemente Zoè cosmetics ha lanciato questo protocollo schiarente intensivo che si prefigge di trattare e prevenire le macchie cutanee, di migliorare la grana della pelle e di contrastare l’invecchiamento cutaneo. Detta in soldoni, questo trattamento è stato formulato per offrirci “la soluzione per una pelle perfetta”.
Il protocollo è articolato in due fasi (giorno e notte) ed è caratterizzato da quattro referenze:
tonico ROYAL POTION, siero BRIGHT HOUR (giorno e notte), crema giorno SKIN RISE e crema notte SKIN DREAM.
Si tratta di quattro prodotti formulati per lavorare in sinergia ma che risultano efficaci anche se utilizzati singolarmente.

Zoè cosmetics nasce dall’idea di Chiara Catalani, una giovane cosmetologa e farmacista che ha deciso di coniugare nelle sue referenze la forza della natura ed il rigore scientifico.
Da queste premesse è nata una linea cosmetica “sincera” fatta di passione e ricerca ma soprattutto amore per la natura e per la vita.
Partendo dallo studio della fisiologia cutanea, Chiara Catalani ha iniziato a formulare cosmetici dermocompatibili che rispettano l’equilibrio ed il benessere della pelle e, cosa di fondamentale importanza, garantiscano risultati visibili e duraturi. Tutto questo é Zoè cosmetics.

“Ritengo che la forza di una formulazione cosmetica risieda non solo nella quantità e nella qualità degli ingredienti impiegati, quanto nell’armonia tra gli stessi.  Quando ogni attivo trova la giusta collocazione in sinergia con gli altri, riesce a sprigionare potenzialità inaspettate, liberando una forza eccezionale. La stessa forza eccezionale che può sprigionare una donna quando è in armonia con se stessa, con la propria bellezza e l’ambiente che la circonda.”

Tutte le referenze Zoè cosmetics sono vegan, gluten tested, certificate AIAB eco bio cosmesie, non contengono allergeni nelle profumazioni e sono formulate con selezionati ingredienti naturali provenienti da aziende che, oltre a garantire un’agricoltura sostenibile, promuovono lo sviluppo delle comunità locali.
Zoé cosmetics è un’azienda certificata ICEA per LAV (Lega Anti Vivisezione) avendo aderito allo standard “Stop ai test su animali”.

Per non utilizzare ingredienti “superflui” quali siliconi, petrolati, parabeni, PEG, EDTA, ingredienti di origine animale, coloranti, derivati dell’alluminio, alcool, sapone, SLES, SLS, cessori di formaldeide e microsfere di plastica il team di Zoè cosmetics ha effettuato un’attenta ricerca scientifica che li ha portati a selezionare ingredienti naturali che assolvono le stesse funzioni di quelli sintetici, aggressivi o addirittura dannosi per la pelle.
Ogni fase del processo produttivo di ogni singolo cosmetico Zoè viene interamente seguita dal loro team infatti tutta la produzione dei loro cosmetici, dalla formulazione sino al confezionamento e alla distribuzione, viene gestita internamente, niente outsourcing per le loro referenze.

 

protocollo schiarente zoè

 

INFO SUL PRODOTTO:
Categoria: tonico, siero e creme schiarenti.
Marchio: ZOE COSMETICS
Quantità: 250 ml per il tonico; 30 ml per il siero; 50 ml per le creme.
PAO: 6 mesi.
Prezzo:  18,90 euro per il tonico; 54,90 euro per il siero, 39,90 euro per le creme.
Reperibilità: Naturallbio
Certificazioni:

 

 

 

 

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO:
Packaging: Il siero e le creme hanno un pack primario in vetro bianco serigrafato ed un tappo dosatore in plastica (drop per il siero e pump per le creme viso) e vengono rivenduti all’interno di pack secondari in cartone utili per preservare i flaconi durante le spedizioni.
Zoè promuove la sostenibilità dell’intero processo produttivo, utilizzando packaging a ridotto impatto ambientale ed ottimizzando le emissioni di agenti inquinanti.
Consistenza: la texture del siero è fluida, a metà strada tra un siero ed una crema, mentre quella delle creme è leggermente più densa ma sempre molto fluida.
Profumo: le profumazioni sono estremamente delicate, piacevoli e non persistenti.

 

 

 

ZOE, YOUR PARTNER IN BRIGHT
Questo protocollo messo a punto dal team di Zoè cosmetics si prefigge di:
◾agire sulle macchie, che siano dovute dovute al sole, ai brufoli o all’età, questo trattamento le renderà via via meno visibili;
◾migliorare la grana della pelle rendendola più regolare;
◾contrastare i segni del foto invecchiamento cutaneo;
◾rendere l’incarnato più luminoso;
◾prevenire la comparsa di macchie cutanee.

La pelle con pigmentazione irregolare è causata da una sovrapproduzione di melanina localizzata in punti specifici che porta alla comparsa di macchie piatte e scure caratterizzate da una colorazione che va dal marrone chiaro al nero e da forme e dimensioni di volta in volta differenti.
Questa iperpigmentazione della pelle può essere stimolata/causata da svariati fattori quali ad esempio:
esposizione al sole ➡ si sa che la luce del sole stimola la produzione di melanina dato che quest’ultima agisce come schermo naturale della pelle, proteggendola dai dannosi raggi UV, però l’eccessiva esposizione al sole può interferire in questo processo e portare alla formazione di macchie solari;
• fattori genetici ➡ efelidi e lentiggini rientrano in questa categoria;
• età ➡ con l’avanzare dell’età i meccanismi che regolano la produzione di melanina si indeboliscono e ne consegue una irregolare pigmentazione della cute;
• influssi ormonali ➡ è particolarmente comune fra le donne e si pensa che si presenti quando gli ormoni femminili , quali l’estrogeno ed il progesterone, stimolano la produzione eccessiva di melanina con l’esposizione della pelle al sole (è conosciuta con il nome di Melasma o Cloama);
• ferite della pelle o infiammazioni ➡ chi soffre di acne sa che le infiammazioni cutanee possono lasciare un segno rosso sulla pelle e questo perché l’infiammazione stessa stimola i melanociti a rilasciare melanosomi (granuli di pigmento) in eccesso causando un aumento nella produzione di melanina (in questo caso il sole può esacerbarne i sintomi, scurendo le parti affette e prolungando il tempo necessario ad attenuarsi).

“Ci sono voluti due anni di studio e ricerca per formulare un protocollo efficace contro l’iperpigmentazione, il fotoinvecchiamento e le macchie cutanee.
Ebbene sì, ci sono infiniti retroscena dietro allo sviluppo e alla creazione di una nuova linea: dallo studio di mercato e lo sviluppo del brief del prodotto, alla messa a punto della formula con la ricerca delle materie prime, dalle prove di laboratorio (stabilità, test di efficacia), alla scelta del packaging, dalla produzione/confezionamento, fino alla presentazione della nuova uscita.
Durante questo lungo iter, spesso si va incontro a innumerevoli tentativi, fallimenti e a prove non riuscite, ma quando un risultato non arriva è comunque un dato fondamentale che ti porta a seguire una strada piuttosto che un’altra, fino a raggiungere finalmente lo scopo e l’obiettivo della tua ricerca.”

 

 

LA MIA OPINIONE:
Per parlarvi di YOUR PARTNER IN BRIGHT, il protocollo schiarente di Zoè, ritengo sia indispensabile raccontarvi qualcosa riguardo la mia pelle.
Ho 38 anni, la pelle normale con la zona T più grassa e, più in generale, la pelle a tendenza impura. Sebbene adesso la situazione sia abbastanza sotto controllo, purtroppo ho un trascorso di pelle acneica e, ahimè, l’acne ha lasciato i segni del suo passaggio sulla mia pelle dato che, ciliegina sulla torta, la mia pelle tende a macchiarsi abbastanza facilmente.
Con un come questo direi che ero la tester ideale per un protocollo schiarente, non trovate?

Ho utilizzato quotidianamente tutto il protocollo per due mesi per poi sostituire le due creme viso con delle referenze più nutrienti (data l’età e le rigide temperature esterne ne avevo bisogno) e  proseguire il trattamento schiarente utilizzando il siero Bright Hour ed il tonico Royal Potion.
Già dopo 15 giorni ho constatato che la grana della mia pelle era più regolare, i pori dilatati apparivano meno evidenti e l’incarnato aveva un colorito più uniforme e luminoso ma, dopo due mesi ho notato una notevole attenuazione delle macchie rosse post brufolo.
Parlando in generale di Your Partner In Bright posso dirvi che questo protocollo schiarente di Zoè mi ha dato enormi benefici rendendo il mio incarnato più luminoso ed uniforme e migliorando la grana della mia pelle e che ho notato anche un miglioramento sul fronte imperfezioni. Durante il trattamento sul mio volto sono comparsi molti meno brufoli e, cosa molto importante, sono andati via nel giro di pochi giorni e senza lasciare alcun segno del loro passaggio.

Ci tengo a sottolineare che tutte e quattro le referenze presenti nel protocollo schiarente di Zoè possono essere utilizzate da tutte le tipologie di pelle, persino dalle pelli sensibili e, cosa a mio avviso molto importante, dalle donne in gravidanza.
Mi preme sottolineare che questo protocollo schiarente di Zoè può essere utilizzato anche dalle donne in gravidanza perché ritengo che questo dato sia di significativa importanza dato che, grazie a queste referenze, sarà possibile intervenire sulle macchie gravidiche ma anche prevenirle.
Purtroppo diverse mie amiche hanno riscontrato questo fastidioso inestetismo causato dalle modificazioni ormonali che coinvolgono le donne in dolce attesa. Queste modificazioni vengono percepite anche dai melanociti che alterano il ritmo di produzione del pigmento e portano alla formazione del melasma.
In molti casi il melasma gravidico scompare da solo dopo il parto ma, qualora così non fosse, sono certa che queste referenze di Zoè potrebbero aiutare molte donne a debellare questo antipatico inestetismo cutaneo.

Prima di raccontarvi la mia opinione sulle singole referenze vi dico che, se, come me, avete la pelle con pigmentazione irregolare, caratterizzata da macchie cutanee causate da sole, invecchiamento cutaneo ed acne, il protocollo schiarente di Zoè potrebbe fare al caso vostro ma, in estrema sincerità, vi dico che lo consiglio anche a chi ha la pelle impura e/o a chi ha la pelle caratterizzata da una grana irregolare. Perché?
Perché, per esperienza personale, posso dirvi che questi prodotti sono riusciti a tenere sotto controllo la formazione delle impurità legate a fattori ormonali (due in particolare e tra poco ve ne parlerò nel dettaglio, prodotto per prodotto), hanno migliorato la grana della mia pelle rendendola più uniforme ed hanno reso il mio incarnato più luminoso ed uniforme andando a schiarire e “cancellare” alcune macchie post brufolo.
Bye bye pelle spenta, grana irregolare, iperpigmentazione cutanea, macchie e imperfezioni.

 

ROYAL POTION
Purtroppo c’è ancora troppa gente che da poca importanza al tonico arrivando a saltare questo importante step della beauty routine.
Esistono varie tipologie di tonico (idratante, illuminante, lenitivo, astringente ecc…) ma, di base, la funzione principale di questo prodotto è quella di riequilibrare il pH della pelle che, dopo la detersione, risulta alterato. Va detto che la pelle autonomamente riesce a riportare il proprio pH a valori leggermente acidi ma, grazie al tonico questa “acidificazione” avviene più velocemente.
L’utilizzo del tonico è di fondamentale importanza perché, grazie al mantello acido, la pelle riesce a proteggersi meglio dagli agenti esterni grazie alla flora naturale della pelle.

Dopo questo breve excursus sulla funzione del tonico vi dico che definire la Royal Potion un semplice tonico è un po’ riduttivo perché si tratta di una vera e propria lozione schiarente capace di migliorare la grana della pelle.
Personalmente lo definirei un tonico potenziato poiché si tratta di un prodotto che, oltre a svolgere la funzione specifica di un tonico (di riequilibrare il pH della pelle), lavora per perfezionare l’incarnato, ridurre la sensibilità della pelle, svolgere un’azione anti-inquinamento e rendere la pelle più luminosa e compatta.

Gli attivi cardine di questo tonico sono:
la vitamina C stabilizzata, un potente antiossidante che è in grado di combattere gli effetti dei radicali liberi e di stimolare la produzione di collagene oltre ad inibire la sintesi di melanina svolgendo così un’azione schiarente;
l’estratto di stella alpina che, oltre ad essere un potente antiossidante, ha delle spiccate proprietà antibatteriche e antinfiammatorie e per questo è utile per proteggere la pelle dalle radiazioni solari e dalle infiammazioni e per prevenirne l’invecchiamento cellulare.
Nella formulazione troviamo anche anche l’idrolato di menta piperita che svolge una funzione tonificante e antibatterica e l’estratto di pino marittimo che, oltre a svolgere un’azione antinfiammatoria, risulta estremamente efficace anche come antiossidante.
Affinché il prodotto non risultasse “aggressivo” nei confronti del film idrolipidico, gli attivi depigmentanti sono stati tamponati con la glicerina, nota per le sue proprietà umettanti, e la betaina un’altro umettante che svolge un’azione idratante e protettiva (protegge la pelle dalla disidratazione).
Devo dire che la presenza di questi due attivi rende questo prodotto particolarmente idratante.

 

bright hourSIERO BRIGHT HOUR
Senza troppi indugi vi dico subito che, di tutto il protocollo schiarente di Zoè, questo è il prodotto che più di tutti mi è piaciuto e che mi sento di consigliarvi perché l’ho trovato particolarmente efficace nell’attenuare le macchie cutanee e nell’uniformare la grana della pelle.
Oltre ad essere il prodotto, a mio avviso, più efficace, per tipologia è anche il più versatile perché può essere usato davvero da tutte le tipologie di pelle.
Se una crema viso può risultare troppo pesante per alcune tipologie di pelle o troppo leggera per altre, un siero può adattarsi più facilmente a tutte le tipologie di pelle proprio perché dopo potremmo applicare la crema più adatta alle nostre esigenze o non applicare nulla (nel caso di pelli particolarmente grasse).

Grazie al complesso brightenyl ed al clerilys w, questo siero è riuscito a schiarire ed uniformare il tono della pelle, rendendo il mio incarnato più luminoso e regolare, a ridurre la pigmentazione delle macchie cutanee (avendo sofferto di acne, e soffrendone ancora nel periodo del ciclo, avevo diverse macchie rosse post brufolo) e a prevenirne la comparsa.
Restando in tema di attivi, dovete sapere che nella formulazione del siero Bright Hour è presente l’acido ialuronico biotech che conferisce al prodotto un’eccelsa azione idratante.
In questa referenza del protocollo schiarente di Zoè gli attivi depigmentanti sono stati sapientemente combinati con attivi idratanti e per questo, pur trattandosi di un prodotto schiarente, il siero Bright Hour apporta alla mia pelle 38enne un buon grado di idratazione.

Il siero Bright Hour è caratterizzato da una texture fluida, a metà strada tra quella di un siero e quella di una crema, a rapido assorbimento.
Il fatto che questo siero venga assorbito rapidamente dalla pelle senza creare alcuna pellicola sulla pelle nè quel fastidioso effetto appiccicoso, il tanto odiato effetto sticky, fa sì che il siero non crei interferenze con i prodotti che vado ad applicare sopra. Che siano creme o referenze di make-up, i prodotti che stratifico sopra al siero non subiscono alcuna frenatura inoltre il siero non si sgretola e non crea quel fastidioso effetto sfarinatura che alcuni sieri tendono a fare.
Dopo averlo applicato la pelle risulta morbida e asciutta e, per questo motivo, il siero Bright Hour del protocollo schiarente di Zoè si presta ad essere usato anche come base per il make-up (in caso di pelli estremamente grasse che non tollerano le creme).

 

 

SKIN RISE
Questa è la crema da giorno del protocollo schiarente di Zoè.
La crema Skin Rise ha una texture fluida e leggera che viene assorbita velocemente dalla pelle lasciandola morbida e setosa al tatto.
Grazie a questa caratteristica questa crema è ideale come base per il make-up anche perché, oltre a non interferire con il fondotinta in fase di applicazione, non ne altera la resa.
L’ho utilizzata in pieno autunno (da fine settembre a fine novembre) e devo dire che riusciva, anche nelle giornata un po’ più fredde, ad apportare alla mia pelle tendente al secco un buon grado di nutrimento e idratazione senza appesantirla.

Nella formulazione troviamo:
estratto di Albizia Julibrissin (Prodizia®), un attivo ottenuto dall’albero della seta persiano, che rafforza la compattezza e la luminosità della pelle, contrastando la degradazione delle fibre del derma e proteggendo le pareti dei vasi sanguigni, e riduce visibilmente le macchie cutanee;
niacinamide (anche nota come Vitamina PP) che, oltre a rivestire un ruolo importante nella prevenzione e riduzione delle macchie cutanee (impedendo il trasporto della melanina in superficie), rinforza le barriere di difesa della pelle, riduce le rughe e migliora l’elasticità della pelle;
estratto di pino marittimo che svolge un’azione antinfiammatoria e antiossidante.

Di tutto il protocollo schiarente di Zoè, questa crema è il prodotto che più di tutti consiglio alle pelli acneiche perchè, grazie alla niacinamide, riesce a lenire la pelle e a ripristinarne la barriera cutanea limitando l’insorgenza delle imperfezioni.
Questa crema depigmentante oltre ad agire sulle imperfezioni riduce le macchie cutanee e lavora per prevenire e mitigare i segni dell’invecchiamento cutaneo.
Sulla base di quanto vi ho detto avrete già capito che la Skin Rise è ideale anche per le pelli mature grazie alle sue azioni anti-aging ed elasticizzante.

 

 

SKIN DREAM
Siamo arrivati all’ultimo prodotto (in ordine di applicazione e di presentazione) del protocollo schiarente di Zoè, la crema Skin Dream.
Questa crema pensata per l’applicazione notturna svolge una delicata azione esfoliante, attenua le macchie e affina/uniforma la grana della pelle, e, allo stesso tempo, conferisce idratazione, nutrimento ed elasticità.  Tutto questo è merito di:
acido lattobionico, che svolge una delicata ma efficace azione esfoliante;
papaya che, grazie all’elevato contenuto di vitamina C, beta carotene, flavonoidi e altri aminoacidi essenziali, svolge un’azione antiaging ma anche esfoliante (di tipo enzimatico);
liquirizia che svolge un’azione depigmentante ed emolliente;
clerilys w un eccezionale depigmentante capace di schiarire le macchie cutanee e di uniformare il colorito;
acido ialuronico
che apporta idratazione;
estratto di ibisco
che, grazie alle sue spiccate proprietà antiossidanti e anti-age, riesce a prevenire il danno ossidativo e l’invecchiamento cutaneo e svolge un’azione distensiva sulle rughe;
estratto di pino marittimo che svolge un’azione antinfiammatoria e antiossidante.

Come la crema giorno, anche questa referenza “notturna” ha una texture fluida e leggera e riesce ad apportare un buon grado di idratazione  e nutrimento sebbene debba sottolineare che, per la mia pelle 38enne tendente al secco, con l’abbassarsi delle temperature ha iniziato a risultare un po’ troppo “leggera”.
Sulla base della mia esperienza vi dico che, probabilmente, in inverno potrebbe non essere sufficiente idratante e nutriente per le pelli secche mentre in autunno e primavera la consiglierei anche a questa tipologia di pelle.
Però non disperate, se avete bisogno di un prodotto depigmentante e uniformante potete tranquillamente inserire nella vostra routine questa crema del protocollo schiarente di Zoè e poi completare il vostro rituale notturno applicando (a bisogno) un prodotto anidro per sigillare la vostra routine e limitare la perdita d’acqua transepidermica. In questo modo andrete a “sopperire” all’eventuale poca idratazione conferita dalla crema Skin Dream e, allo stesso tempo, beneficerete delle sue azioni esfoliante ed emolliente.

 

INCI ROYAL POTION
AQUA, MENTHA PIPERITA LEAF WATER, GLYCERIN, BETAINE, PROPANEDIOL, SODIUM ASCORBYL PHOSPHATE, SODIUM LEVULINATE, PINUS PINASTER BARK/BUD EXTRACT, LEONTOPODIUM ALPINUM FLOWER/LEAF EXTRACT (BIO), DIGLYCERIN, SODIUM ANISATE, SODIUM DEHYDROACETATE, SODIUM PHYTATE, CITRIC ACID.

INCI SIERO BRIGHT HOUR
AQUA, COCO-CAPRYLATE, BETAINE, SQUALANE, GLYCERYL STEARATE CITRATE, ISOAMYL LAURATE, PINUS PINASTER BARK/BUD EXTRACT, HIBISCUS SABDARIFFA EXTRACT, SODIUM HYALURONATE, VITIS VINIFERA SEED OIL (BIO), MORUS ALBA EXTRACT, CUCUMIS SATIVUS, TOCOPHEROL, DIGLYCERIN, DIGLUCOSYL GALLIC ACID, POLYGLYCERYL-3 SORBITYL LINSEEDATE, CAPRYLYL GLYCOL, PARFUM, LEVULINIC ACID, GLYCERIN, SCLEROTIUM GUM, SODIUM PHYTATE, XANTHAN GUM, SODIUM DEHYDROACETATE, SODIUM LEVULINATE, LECITHIN, CITRIC ACID, ASCORBYL PALMITATE.

INCI CREMA SKIN RISE
AQUA, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, SQUALANE, NIACINAMIDE, GLYCERYL STEARATE, SIMMONDSIA CHINENSIS SEED OIL (BIO), BETAINE, PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL (BIO), CETYL PALMITATE, CETEARYL ALCOHOL, ALBIZIA JULIBRISSIN BARK EXTRACT, GLYCERIN, BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER (BIO), DIETHYLHEXYL CARBONATE, ORYZA SATIVA BRAN OIL, PINUS PINASTER BARK/BUD EXTRACT, SODIUM HYALURONATE, POTASSIUM PALMITOYL HYDROLYZED WHEAT PROTEIN, TOCOPHEROL, DIGLYCERIN, XANTHAN GUM, CAPRYLYL GLYCOL, TOCOPHERYL ACETATE, LEVULINIC ACID, PARFUM, SODIUM PHYTATE, SCLEROTIUM GUM, SODIUM DEHYDROACETATE, SODIUM LEVULINATE, LECITHIN, CITRIC ACID, ASCORBYL PALMITATE.

INCI CREMA SKIN DREAM
AQUA, LACTOBIONIC ACID, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, CETEARYL ALCOHOL, BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER (BIO), PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL (BIO), SESAMUM INDICUM OIL, SQUALANE, CETYL PALMITATE, PINUS PINASTER BARK/BUD EXTRACT, PRUNUS ARMENIACA KERNEL EXTRACT, SODIUM HYALURONATE, HIBISCUS SABDARIFFA EXTRACT, MORUS ALBA EXTRACT, CUCUMIS SATIVUS, ASCORBYL PALMITATE, TOCOPHEROL, DIGLYCERIN, CETEARYL GLUCOSIDE, GLYCYRRHETINIC ACID, XANTHAN GUM, GLYCERYL STEARATE, CAPRYLYL GLYCOL, PARFUM, LEVULINIC ACID, SCLEROTIUM GUM, SODIUM DEHYDROACETATE, SODIUM PHYTATE, GLYCERIN, SODIUM LEVULINATE, LECITHIN, CITRIC ACID.

 

ADV: QUESTO PRODOTTO MI è STATO GENTILMENTE INVIATO DALL’AZIENDA AL FINE DI PROVARLO E RECENSIRLO  E QUESTO POST È FRUTTO DELLA MIA PERSONALE ESPERIENZA E RISPECCHIA APPIENO IL MIO SINCERO E DISINTERESSATO PENSIERO.

6 Commenti

  • Rispondi
    Ilaria
    Gennaio 12, 2021 at 3:23 pm

    Questo protocollo mi incuriosisce tantissimo, grazie per questa recensione molto dettagliata Sele! Sicuramente tra tutti i prodotti quello che mi incuriosisce di più è il siero, chissà magari lo proverò perché partiamo da premesse pazzesche!

    • Rispondi
      makeupbioaddicted
      Gennaio 15, 2021 at 11:05 am

      Grazie Ilaria.
      Sicuramente il siero è il prodotto che più di tutti ti consiglierei.

  • Rispondi
    Alessia (greentosa_mente)
    Gennaio 12, 2021 at 8:29 am

    Ciao Selene,
    articolo molto dettagliato e devo dire che forse per la mia tipologia di pelle tutta la linea sarebbe troppo però forse il siero potrebbe comunque apportare dei benefici soprattutto per avere un colorito più uniforme , cosa ne pensi ?
    Un abbraccio
    Alessia

    • Rispondi
      makeupbioaddicted
      Gennaio 15, 2021 at 11:06 am

      Ciao Alessia, devo dire che il protocollo è davvero ben bilanciato ma se vuoi andarci cauta ti consiglierei sicuramente di iniziare dal siero.

      Grazie e a presto.

  • Rispondi
    Tina - Miss Purpurea
    Gennaio 8, 2021 at 10:02 pm

    Davvero eccezionale questo protocollo! Come sai, lo sto testando ormai da svariate settimane e non posso che concordare con ogni tua singola parola. Anche nel mio caso il siero è il prodotto che più mi ha colpita, credo che faccia davvero la differenza in questa routine schiarente! I tuoi articoli, lo sai bene, sono sempre il top per me <3

  • Lascia un Commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.