Crea sito
0 In Make-up/ Review prodotti

Lip to Cheek by Purobio

Torno a parlarvi di PUROBIO e lo faccio raccontandovi la mia opinione riguardo una delle novità lanciate dall’azienda per celebrare il suo quinto anniversario, i tanto chiacchierati Lip to Cheek, un prodotto due in uno per labbra e guance declinato in tre colorazioni:
🍃 CARROT, un arancio desaturato;
🍃 PINK, un rosa antico;
🍃 LITCHI, un rosso con riflessi fucsia.

Sulle mie pagine Instagram e Facebook ve li ho già mostrati in azione e vi ho raccontato le mie prime impressioni ma adesso sono pronta per parlarvene in maniera più dettagliata qui sul blog mostrandovi anche diversi swatches.

“I Lip to Cheek sono una novità assoluta, questi prodotti possono essere usati indifferentemente sia come blush in crema che come rossetto.
La nuova acqua fissante Sunset Fix&Fresh è allo stesso tempo sia uno spray fissante per il trucco che un’essenza rinfrescante per il viso, fissa il make-up a lungo ed è utilissimo per l’applicazione bagnata dei prodotti in polvere quali ombretti, blush e fondotinta.
Double Dream ha una texture corposa, super nera e avvolgente renderà le vostre ciglia un SOGNO

 

INFO SUI PRODOTTI:
Categoria: make-up biologico.
Marchio: PUROBIO
Quantità: 5 g .
PAO: 12 mesi.
Prezzo: 8,90 euro.
Reperibilità: Tathia, TiarèAltrostile (presso questo shop potete avere uno sconto del 10% inserendo il codice -non affiliato- AltroBioAddicted), Bio boutique la rosa canina (su questo shop con il codice ADDICTED15% potrete usufruire del 15% di sconto).
Certificazioni:

 

 

 

 

 

 

PuroBIO cosmetics è una giovane azienda italiana con sede a Noci (BA) che ha come mission quella di produrre cosmetici biologici di altissima qualità ad un costo contenuto per renderli accessibili a tutti: ingredienti biologici certificati di alta qualità (non usa sostanze dannose quali siliconi, petrolati, parabeni e conservanti sintetici), prodotti privi di profumo, glutine e nickel tested per ridurre al minimo i rischi di allergie.

“Abbiamo fatto tutto questo, perché crediamo che le alternative naturali al sintetico esistono, hanno solo tempi più lunghi, ma la differenza si vede e si sente sulla nostra pelle.” 

 

 

Come vi ho detto Purobio ha deciso di celebrare il suo QUINTO ANNIVERSARIO “sfornando” diverse referenze/novità e nel secondo atto di questa celebrazione che ci accompagnerà per tutto il 2019 (e che sarà divisa in 5 atti, come gli anni di puroBIO) sono stati lanciati i LIP TO CHEEK, il SUNSET fix & fresh ed il mascara DOUBLE DREAM (vi ho parlato di queste novità in questo articolo).

 

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO:
Packaging: I pack sono in plastica e vengono rivenduti senza pack secondario per limitare gli sprechi e produrre meno rifiuti. I lip to cheek hanno un pack con la base trasparente che permette di vedere il colore del prodotto presente al suo interno ed un tappo con chiusura a vite nero.
Consistenza: La loro texture è cremosa e ben sfumabile ma anche stratificabile.

 

LA MIA OPINIONE:
Il primo spoiler fatto dall’azienda per presentare questo secondo atto di novità riguardava proprio questi prodotti e le loro colorazioni mi avevano colpita tantissimo perché le trovavo fresche e con sottotoni diversi ma purtroppo poi ho dovuto constatare che questa mia impressione era sbagliata perché tutte e tre le colorazioni sono caratterizzate da un sottotono caldo (due sono molto calde e una è più neutra).
Nonostante le colorazioni non fossero proprio nelle mie corde perché io preferisco quelle con temperatura fredda devo ammettere che la texture ed il finish di questi prodotti mi avevano colpita a prima swatchata e adesso vi spiego perché.

Si tratta di 3 prodotti che, come dice il nome, possono essere usati sia sulle labbra che sulle guance e che sono caratterizzati da una texture a metà tra il cremoso ed il ceroso, texture che necessita di essere scaldata leggermente per far si che il colore venga rilasciato bene e per questo, una volta a contatto con il calore della pelle, si sciolgono e si sfumano perfettamente senza creare macchie di colore fondendosi con la pelle.

Parto con il raccontarvi la mia opinione per quanto riguarda il loro utilizzo come BLUSH e vi dico subito che, grazie alla loro texture i Lip to Cheek possono essere applicati con le dita, con i pennelli ma anche con le spugnette e, dopo averli messi alla prova in tutte e tre le modalità, posso dirvi che quella che preferisco è con il pennello (sebbene sia anche quella meno veloce perché richiede più passaggi ma…adesso vi darò un piccolo consiglio per ovviare a questo inconveniente).
Andiamo per ordine, la prima applicazione l’ho fatta con le dita e in questo modo ero riuscita a scaldare bene il prodotto che così è risultato subito scrivente e, grazie alla sua texture, anche ben sfumabile ma, avendo io le unghia lunghe, mi sono ritrovata con del prodotto sotto di esse e la cosa non mi è piaciuta.
Anche per sfumarli con la blender dovevo prima prelevare il prodotto con le dita, picchiettarlo sulle guance e poi sfumarlo con la spugnetta e per questo mi ritrovavo nuovamente con del prodotto sotto le unghie.
A quel punto ho provato ad applicarli con il pennello e il risultato sulla pelle mi è piaciuto molto perché il prodotto era ben sfumato e anche evidente ma avevo dovuto fare più passaggi e stratificare il prodotto perché il pennello non riesce a scaldare la texture e così il prodotto risulta meno intenso a livello di pigmentazione.
Dovevo ovviare al “problema unghie” ma anche trovare un modo per avere subito una pigmentazione alta ed ho trovato la soluzione perfetta per me, soluzione che in realtà si presta anche alle altre due modalità di applicazione ma che, come vi spiegherò dopo, io uso per applicare il lip to cheek con il pennello: prelevo un po’ di prodotto con una spatolina pulita, lo applico sul dorso della mano e a quel punto lo lavoro con l’accessorio che preferisco (nel mio caso il pennello) ma dovete prelevare poco prodotto perché i lip to cheek sono molto pigmentati.
In questa foto indosso il lip to cheek LITCHI (sia sulle labbra che sulle guance).

Con la modalità che vi ho appena suggerito riuscirete a scaldare per bene  il prodotto perché lo metterete a contatto con la pelle della mano prima ancora di applicarlo sulle guance, lo lavorerete leggermente e poi lo sfumerete sulla pelle del viso e, come vi ho già detto, potrete scegliere di applicarlo con:
🌺 le dita se volete ottenere un effetto molto intenso o se avete una carnagione scura perché in questo modo la pigmentazione risulta decisamente più alta;
🌺 la blender se avete bisogno di ottenere una pigmentazione alta ma anche un effetto ben sfumato (cosa che con le dita io ottengo ma con qualche difficoltà in più);
🌺 il pennello se volete sfumare bene il colore e modularlo decidendo man mano che pigmentazione ottenere.
In conclusione, quella con le dita è l’applicazione che mi piace meno perché la trovo anche meno piacevole a livello tattile dato che devo strofinare leggermente per sfumare bene il prodotto mentre con la spugnetta e con il pennello l’applicazione risulta più piacevole sebbene poi, per la mia carnagione chiara, sia meglio quella con il pennello perché così ottengo un effetto ben sfumato e subito pigmentato ma non eccessivo.
PS: per quanto riguarda l’applicazione io li applico dopo aver fissato la mia base con la cipria e sono sempre riuscita a sfumarli in maniera egregia.
In questa foto indosso il lip to cheek PINK (sia sulle labbra che sulle guance).

Questa tipologia di prodotto si presta ad essere usata anche come ROSSETTO ma, in totale onestà, vi dico che nella “versione lip”non mi fa impazzire ma non tanto per la formulazione quanto per le colorazioni perché oltre ad essere calde sono anche troppo chiare per me (io non sto bene con i rossetti chiari).
A parte la questione del gusto personale, li ho comunque messi alla prova come rossetti per potervene parlare e posso dirvi che, se li applicate in strato sottile (con le dita o con il pennello) il colore risulta chiaro e omogeneo ma, se li applicate con il pennello e li stratificate, purtroppo risultano striati e mettono in evidenza tutte le linee presenti sulla mucosa labiale…insomma l’effetto finale non mi piace!
Ci tengo a precisarvi che questa tipologia di prodotto non nasce per essere stratificata sulle labbra ma per essere applicata in maniera leggera di modo da rilasciare un leggero velo di colore ma, dato che su di me questo effetto non mi piaceva, ho voluto provare a stratificarlo.
In questa foto indosso il lip to cheek CARROT (sia sulle labbra che sulle guance).

Oltre alla buona sfumabilità la caratteristica che mi ha più stupita è la durata perché sulle guance restano fermi al loro posto per tutto il giorno e, a distanza di ore dall’applicazione, il colore risulta intenso e queste caratteristiche le ho riscontrate anche sulle labbra sebbene in questa zona il prodotto vada via dalla zona centrale quando mangio o bevo.

Grazie al loro duplice utilizzo, alle dimensioni ridotte del pack (ha un diametro di 3,5 cm) ed alla possibilità di essere applicati con le dita, i lip to cheek risultano estremamente pratici da portare in borsa per i ritocchi fuori casa e proprio per queste caratteristiche unite alla buona pigmentazione, sfumabilità e durata io spero che l’azienda faccia presto delle colorazioni adatte a chi come me ha un sottotono freddo.
Per quanto riguarda le colorazioni ne abbiamo a disposizione tre:
🍃 CARROT, un arancio intenso e vibrante;
🍃 PINK, un rosa antico neutro caldo;
🍃 LITCHI, un rosso intenso caratterizzato da delle leggere perlescenze fucsia.

 

CONCLUSIONI:
ottima sfumabilità;
si stratificano molto bene;
alta pigmentazione;
restano fermi al loro posto per tutto il giorno.

 

INCI LIP TO CHEEK CARROT:
RICINUS COMMUNIS SEED OIL (RICINUS COMMUNIS (CASTOR) SEED OIL)*, HYDROGENATED CASTOR OIL DIMER DILINOLEATE, SUCROSE TETRASTEARATE TRIACETATE, COCONUT ALKANES, MICA, C10-18 TRIGLYCERIDES, CANDELILLA CERA (EUPHORBIA CERIFERA (CANDELILLA) WAX), STEARYL BEHENATE, POLYGLYCERYL-3 DIISOSTEARATE, PARFUM (FRAGRANCE), GLYCERYL ROSINATE, COCO-CAPRYLATE/CAPRATE, TOCOPHEROL, THEOBROMA CACAO SEED BUTTER (THEOBROMA CACAO (COCOA) SEED BUTTER)*, VITIS VINIFERA SEED OIL (VITIS VINIFERA (GRAPE) SEED OIL)*, CALENDULA OFFICINALIS FLOWER EXTRACT.
MAY CONTAIN +/-: CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), CI 77491 (IRON OXIDES), CI 77492 (IRON OXIDES), CI 77499 (IRON OXIDES), CI 77742 (MANGANESE VIOLET), CI77019 ( MICA).
*da agricoltura biologica/ from organic ingredients

 

 

Come sempre mi farebbe piacere saper cosa ne pensate e se avete provato questo prodotto perciò, se vi va, lasciatemi un commento. 
Spero che questo post vi sia stato utile e vi ringrazio per essere passati dal mio blog.

QUESTO PRODOTTO MI é STATO GENTILMENTE INVIATO DALL’AZIENDA AL FINE DI PROVARLO E RECENSIRLO MA NON HO PERCEPITO ALCUNA RETRIBUZIONE PER LA STESURA DI QUESTO ARTICOLO.  
QUESTO POST È FRUTTO DELLA MIA PERSONALE ESPERIENZA E RISPECCHIA APPIENO IL MIO SINCERO E DISINTERESSATO PENSIERO.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.