Crea sito
makeupbioaddicted

me&myself

SEI UNA BEAUTY BLOGGER FARLOCCA SE…TAG

beauty-blogger-farlocca-seSalve a tutti, oggi partecipo ad un tag molto carino ideato da Laura de Il mio beauty e Serena de La stanza segreta , si tratta del tag “SEI UNA BEAUTY BLOGGER FARLOCCA SE...” e dato che io della beauty blogger ho ben poco ma della sua variante farlocca ne ho “a pacchi”, come si dice qui a Roma, non potevo non partecipare!
Per me non sarà semplicissimo scegliere solo 5 aneddoti che mi rendono una beauty blogger farlocca ma proverò a menzionarvi quelli più caratterizzanti.

Le regole per partecipare sono semplici:
• Citare le ideatrici;
• Elencare 5 aneddoti o cose buffe che vi rendono una beauty blogger farlocca;
• Taggare 3 persone a rispondere;
• Se partecipate e condividete l’articolo sui social potete usare gli hashtag #bloggerfarlocche #farloccabbpride.

 

 

PIANIFICAZIONE, QUESTA SCONOSCIUTA

Ebbene sì, parto sempre con mille buoni propositi, mi armo di agende e quaderni e pianifico i post ma puntualmente sorgono imprevisti che vanno dalla luce pessima per fare le foto che mi servono per completare le recensioni, ai malanni di stagione dei miei adorati teppisti che puntualmente finiscono con il diventare i miei malanni, alle liti tra fratelli, al bisogno impellente dei miei instancabili gnomi dell’attenzione della mamma (le mamme potranno capirmi). Ora che ci penso bene la maggior parte dei contrattempi sono legati a questi due esserini irrequieti che allietano le mie giornate con la loro gioiosa vivacità, quindi la soluzione ai miei problemi è semplice…dovrei trovarmi una tata!!!20160305_174410

 

 

 L’OUTFIT DA RED CARPET

Dato che di lavoro faccio la mamma-casalinga e che vivo lontana dai miei genitori potrete immaginare che il tempo da dedicare al blog devo ritagliarmelo nell’arco della mia “giornata lavorativa”, per essere precisi in quelle giornate nelle quali non devo uscire che si traducono inevitabilmente in calde felpone o maglioncini comodi. Quando ho del tempo a disposizione (quantomeno mi illudo che sia così), inizio a truccarmi usando prodotti nei colori più disparati incurante di quello che indosso tanto l’outfit non si vedrà nella foto ed è così che alla fine mi ritrovo con accostamenti cromatici discutibili come potete notare in questa foto nella quale indosso un maglioncino rosso che fa un po’ a cazzotti con il rossetto nei toni del rosa-magenta.cromatismi

.

 

 

TRUCCO PARZIALE E LABBRA SCREPOLATE

1) Per gli stessi motivi di prima mi ritrovo spesso a fotografare gli swatches dei rossetti sulle labbra quando non devo uscire a fare commissioni varie ed eventuali e, di conseguenza, sono struccata (oltre che dotata di felpona) e, dato che il tempo scarseggia sempre, finisco puntualmente con il truccarmi solo dal naso al mento giusto per uniformare l’incarnato e tentare di fare una foto quantomeno decente.
2) Dopo tutte le corse per placare gli animi dei bambini, truccarmi e scattare 100 foto nel tentativo di carpire al meglio il colore del rossetto per mostrarlo il più veritiero possibile, vado a guardarle e…eccole lì le tanto odiate pellicine che fanno capolino sulle mie labbra o sul contorno labbra.12345804_101137433594773_538245302_n

.

 

 

PHOTOSHOP QUESTO SCONOSCIUTO

Se si tratta di “editare” le foto (fa molto figo e molto beauty blogger affermata dire che edito le foto ma ovviamente le cose non stanno così) mi affido sempre ad instagram, vuoi per mancanza di tempo vuoi per pigrizia non utilizzo mai programmi seri e professionali nonostante quello di sistemare le foto con Photoshop sia uno dei punti della mia lista di buoni propositi. Già parlare di editing nel mio caso è un esagerazione visto che mi limito a ritagliare le foto e, in rarissime occasioni, aggiungere qualche filtro ma dovrei almeno farlo in maniera decente con una maggiore cura e professionalità.

 

 

 

POSTAZIONI ARRANGIATE

Quando si parla di postazione makeup o di postazione “lavorativa” da blogger io mi ripiego su me stessa e mi vergogno come un vermetto strisciante dato che la mia postazione makeup consiste in vari stash nascosti nell’armadio per sfuggire alle grinfie del mio treenne preferito (per pudore evito di mostrarvela) mentre quella da blogger è una scrivania sempre piena di cianfrusaglie varie quali ricette mediche, cavetti, quaderni, penne, colori, foto ecc… , non mi faccio mancare nulla!!!20160305_173833

 

Da quanto vi ho raccontato credo sia chiaro a tutti che io sono una vera e propria BeautyBloggerFarlocca!
Taggo Valentina di Valentina Kokoro , Giulia di GiuvaleBeauty , Valentina di ValoliBio e Roberta di BeautyRoConsigli.

LA MIA ECOBIO WISHLIST NATALIZIA

Salve a tutti, oggi scrivo un post diverso dal solito infatti non si tratta di una recensione ma di un post-tag a tema natalizio.
Nei giorni scorsi sono stata invitata da GiuVale Beauty e da Valoli Bio a partecipare al tag la mia ecobio whislist ideato da Natura Ecobio e dato che mi sono già dedicata alla stesura delle letterine dei miei figli mi sono detta “perché non scrivere anche da parte mia una letterina a Santa Claus???” .

Il periodo natalizio mi ha sempre affascinata e da quando sono mamma mi diverto a condividere questo periodo magico con i miei figli facendo dolcetti, decorando la casa, raccontando storie e preparando i regali per farli felici! Questa letterina davvero carina l’ho trovata sul sito “la mia vita semplice” (potete scaricarla QUì).LETTERINA-BABBO-NATALE-2013

Adesso veniamo alla stesura della mia piccola BioLetterina, per alcuni prodotti inserirò il collegamento al sito per acquistare i prodotti in questione, non si sa mai che qualcuno (mio marito) inizi a leggere i miei post e prenda spunto per un regalo da farmi trovare sotto l’albero!    😉

MAKE-UP
Per la serie ” i rossetti non sono mai abbastanza” vorrei finalmente provare alcuni rossetti Mulac, nello specifico Rudolph e Candy cane della linea Groovy lipstick e Cheri della linea Tasty lipstick*.
rudolphcandycheri

 

 

 

 

 

 

 

 

Per quanti riguarda il makeup occhi vorrei la Fallen Tones di puroBio per realizzare ogni tanto un make-up diverso dalla solita riga di eyeliner.
Questa palette contiene quattro colori:
• un verde petrolio opaco;
• un color rame davvero brillante;
• un viola perlescente dal sottotono caldo;
• un blu metallizzato.

palette_Fallen_Tones_PuroBio

 

COSMESI
In fatto di capelli vorrei provare da tempo i prodotti Sezione Aurea Cosmetics, nello specifico Alba e Cristina. La prima è una lozione volumizzante mentre la seconda è una maschera nutriente.
620466077c427f141effa294382f5fba_XL
a522a6005d1cb428ea34ef1769cd7452_XL

 

 

 

 

 

 

 

 

Altro prodotto che desidero provare sono i nuovi addolcilabbra di Alkemilla ecobio cosmetic nelle profumazioni mandorlatte, nocciotella e torta di mele.
381-thickbox_default
 385-thickbox_default375-large_default

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo ma non meno interessante è l’olio solido detergente viso nella fragranza cuor di mandorla de il calderone di Gaia, un  panetto di olio solido che a contatto con l’acqua si emulsiona e asporta trucco e sporcizia dal viso.
viso1

 

ACCESSORI
Questa dovrebbe essere una whislist esclusivamente ecobio ma nella mia letterina al caro Babbo vorrei aggiungere tre prodotti che non appartengono a questa categoria:
• un paio di orecchini di Gloriasmoods ;
image

 

 

 

 

 

 

• una collana di Happiness boutique ;glam-and-glitter-statement-necklace

 

 

 

 

 

 

 

 

 

• la piastra rotante di Imetec.10761a_piastra_capelli_rotante_automatica_imetec_bellissima_revolution_bhs1_100*Prima di salutarvi vi dico già che una persona speciale che mi conosce molto bene (me stessa) mi ha regalato i rossetti Mulac. Credo  proprio che questi saranno gli unici regali ad essere depennati da questa lista ma si sa, la speranza è l’ultima a morire!

Vi auguro buona feste e taggo Roberta di BeautyRo, Francesca di SemplicementeBio, Lara di deliriodiunatrentenne e Silvia di Sweetasvanilla01

LIEBSTER AWARD 2015

Il LIEBSTER AWARD è un riconoscimento ufficioso che sta facendo il giro dei blog.
Il termine “Liebster” è di derivazione tedesca e significa “amabile” mentre il termine “award” è inglese e significa premio quindi si tratta di un premio virtuale che viene assegnato da un blogger ad un altro blogger che si ritiene valido di tale riconoscimento. C’è un unico limite, il blog segnalato deve avere un seguito inferiore ai 200 followers proprio perchè l’intento è quello di far conoscre nuovi blog e far emergere blogger neofiti.

 

REGOLAMENTO:
Il regolamento è semplicissimo, chi viene nominato deve:
– citare chi l’ha nominato;
– rispondere alle 10 domande che gli sono state poste;
– nominare dieci blog che ritiene meritevoli di tale premio;
– proporre 10 domande ai blogger che si va a nominare;
– comunicare ai 10 blogger scelti la nomination.

Personalmete ritengo che questa sia un occasione carina per conoscere nuovi blog e soprattutto i blogger che si celano dietro di essi perchè attraverso le domande che vengono poste viene fuori la personalità di questi ultimi.

Adesso veniamo a noi…sono stata nominata da GiuVale Beauty e successivamente da perlebellezza e  fe girls 95  (ringrazio ancora tutte e tre per aver nominato me ed il mio blog)  ma ho deciso di rispondere alle domande di Giulia perchè è stata la prima a nominarmi.

1- Come hai deciso di aprire il tuo blog?
Ho deciso di aprire questo blog per avere uno spazio tutto mio in cui recensire i prodotti cosmetici che uso e per condividere le mie opinioni a riguardo. Inizialmente ho creato un profilo instagram e grazie a questo sono entrata in contatto con persone davvero preparate e disponibili ed ho avuto modo di conoscere nuovi marchi e nuovi prodotti. Successivamente ho iniziato a scrivere brevi post sui prodotti che usavo e a quel punto il passo verso il blog è stato breve poichè volevo avere uno spazio più “ampio” in cui parlare più approfonditamente delle mie opinioni da NON esperta in materia ma da semplice fruitrice desiderosa di imparare e conoscere.

2- Chi, tra i tuoi amici/familiari, è a conoscenza del tuo blog? Cosa ne pensano?
Mio marito è stata la prima persona a cui ho detto del blog e dopo ne ho parlato anche a mio fratello ed ai miei genitori e sono tutti contenti di questa mia decisione soprattutto perchè in questo modo mi ritaglio uno spazio tutto mio nella routine quotidiana di mamma a tempo pieno.

3- Paragona il Blog alle altre piattaforme social: lo preferisci?
Personalmente ritengo che il blog sia una piattaforma più completa per recensire prodotti e condividere opinioni anche se social come facebook o instagram restano più diretti ed immediati.

4- Come vedi il tuo blog tra qualche anno?
Tra qualche anno spero di essere ancora qui a scrivere post e soprattuto di capirne un pò di più in materia di cosmesi ecobio.

5- Qual’è la tua canzone preferita? Perchè?
Non ho una canzone preferita ma diverse canzoni che mi emozionano ed una di queste è “read my mind” dei the killers.

6- Quando è iniziata la tua passione per il make up e/o la skincare?
La passione per il makeup nasce quando avevo 15-16 anni infatti a quell’età dedicavo del tempo a truccarmi, cercavo sempre nuovi prodotti da provare e sperimentavo sempre nuovi makeup. Poi nel corso degli anni ho iniziato a truccarmi meno e a fare sempre gli stessi trucchi mentre la passione per la skincare è  nata negli ultimi anni. Da quando ho riscontrato che una corretta skincare mi aiuta a migliorare l’aspetto della mia pelle sono diventata una skincare dipendente.

7- Hai altri hobby? Se sì, quali?
Una mia grande passione resta quella per l’architettura, il primo amore non si scorda mai ed io è da quando ero piccola che fantastico a riguardo, mi sono sempre immaginata intenta a progettare case e visionare cantieri.

8- Qual’è il tuo sogno nel cassetto?
Il mio sogno nel cassetto è  sempre stato quello di diventare architetto e dato che ho conferito anche la laurea in architettura spero di poter un giorno esercitare la professione che ho sempre sognato.

9- Colore/profumo/oggetto: quale ti rappresenta di più?
Colore: rosso
profumo: acqua di gioia
oggetto: fotografie, adoro fare e guardare foto.

10- Piatto preferito?
Ne devo scegliere solo uno????Adoro la cucina e mi piace mangiare ma se dovessi scegliere un solo piatto la mia scelta ricadrebbe sul riso persiano.

 

LE MIE NOMINATION:

redditude
Valentina kokoro
Apricot skin
Sweet as vanilla 01
Un tocco di bio
bio change
sara bio
Veronique biologique
la biodipendente
bio beauty makeup

 

LE MIE DOMANDE:
1) Da quanto tempo hai aperto il tuo blog e cosa ti aspettavi da questa esperienza?
2) Quanto tempo dedichi al blog?
3) Qual’è la tua opinione in merito all’ecobio? usi solo prodotti bio?
4) makeup o skincare, per cosa spendi più soldi?
5) tra leggere un libro e vedere un film cosa preferisci?
6) libro e film preferito?
7) Ti piace viaggiare?
8) Il posto più bello che hai visitato?
9) A cosa non potresti mai rinunciare?
10) Rossetto o makeup occhi, cosa preferisci?

MI PRESENTO

Ciao a tutti sono Selene, una mamma indaffarata ma ho deciso di ritagliarmi uno spazio solo mio in cui raccontare le mie esperienze e le mie opinioni su cosmetici e prodotti bio per la cura della persona.
Mi sono avvicinata al mondo del bio un annetto fa e avendo riscontrato dei netti miglioramenti (soprattutto per quanto riguarda la pelle del viso) non ho più smesso di informarmi e di acquistare prodotti biologici e privi di sostanze dannose per la pelle ed i capelli e con un occhio rivolto anche all’ambiente.

Ho una pelle mista e impura (nonostante abbia quasi 33 anni e due gravidanze alle spalle) perciò ho sempre combattuto una dura battaglia contro lucidità e brufoli fino a quando ho riscontrato che una buona pulizia e l’uso di prodotti privi di siliconi, petrolati e paraffina sono dei validi alleati per avere una pelle non dico di porcellana ma quantomeno decente. Mi piace prendermi cura della mia pelle anche perché in quel momento non sono una mamma tuttofare, come nel resto della giornata, ma sono una donna che si coccola un pò e dedica del tempo a se stessa.

Un altro momento tutto mio è quello dedicato al makeup del mattino che non dura più di 5-10 minuti poiché consiste in una semplice base fatta con il fondotinta minerale, un pò di blush, il mascara, un rossetto ed una sistemata alle sopracciglia. Questo makeup sarà anche fin troppo essenziale ma è quello che mi basta per stare bene con me stessa e sentirmi a mio agio. Non sono capace di fare trucchi elaborati e non ne ho neanche il tempo però quando posso mi dedico al trucco occhi (ombretti con tanto di sfumatura o una bella linea di eyeliner che è  il mio amico fidato sin dall’adolescenza). Per quanto riguarda il makeup non sono passata completamente al bio infatti alcuni ombretti che uso sono dimeticonici e lo stesso discorso vale per molti rossetti questo perchè purtroppo ho una passione per questi ultimi e non riesco a desistere dall’entrare in una profumeria e acquistarne di nuovi e non avendo bioprofumerie vicino casa finisco con l’acquistarne di siliconici.

Un altro capitolo del mio passaggio al bio riguarda i capelli. In passato ho lavorato come modella per parrucchieri e i miei poveri capelli hanno subito tinte, decolorazioni e tagli più o meno “dignitosi” ma ne sono sempre usciti vincenti perché ho un capello abbastanza spesso e forte. Da quel momento non ho più smesso di tingerli, prima per vezzo e adesso per necessità ma uso tinte il meno dannose possibile e faccio impacchi preshampoo per cercare di danneggiarli il meno possibile. Non ho una cute grassa né secca ma non ho ancora trovato uno shampoo bio che mi soddisfi di conseguenza sono sempre alla ricerca di un prodotto che li deterga bene senza appesantirli.

Spero di poter essere utile a qualcuno raccontando la mia opinione e recensendo i prodotti che uso.